La rapina da 10 milioni
Il video con gli arresti

I due arrestati erano i capibanda. Uno residente a Cologno, l’altro ad Andria. Avevano utilizzato un magazzino a Origgio

La rapina da 10 milioni Il video con gli arresti
Turate, 8 aprile 2013: quello che resta del portavalori di Battistolli dopo la rapina. Sparirono dieci milioni di euro in lingotti d’oro di cui si sono perdute le tracce
(Foto di foto butti Pozzoni)

Sono sedici gli uomini che la mattina dello scorso 8 aprile diedero l’assalto al furgone portavalori della Battistolli in autostrada a Turate, portando a termine una delle rapine più memorabili della storia. Gli indagati sono tutti originari di Andria e Cerignola.

Sedici rapinatori che, assieme ai due finiti in manette sabato mattina, sono stati in questi mesi intercettati, pedinati, interrogati, perquisiti e infine iscritti, senza eccezioni, sul registro degli indagati della Procura di Como.

Nel corso delle indagini le perquisizioni, in tutta Italia, sono state una cinquantina. La svolta a giugno con l’arresto, a Firenze, di un pregiudicato che non ha materialmente partecipato alla rapina, ma che accompagnò il gruppo di fuoco per una serie di sopralluoghi tra Como e Milano, nelle settimane precedenti al colpo.

Il gruppo era capeggiato dai due destinatari delle ordinanze di custodia cautelare, un uomo di 43 anni di Andria, e un cinquantenne di origini pugliesi ma residente a Cologno Monzese.

Si indaga anche sui dieci milioni in lingotti d’oro , ma su questo il riserbo degli inquirenti, è stato totale.

© RIPRODUZIONE RISERVATA