La pioggia non ferma il motoraduno slow.  Alla memoria del Sic
Gli amici del compianto Marco Simoncelli capitanati da Paolo Lorenzini

La pioggia non ferma il motoraduno slow.

Alla memoria del Sic

Passo Stelvio protagonista del quarto raduno dedicato al ricordo del giovane motociclista.

Il maltempo non ferma gli amici del Sic. Nonostante le condizioni meteo avverse, lo scorso fine settimana si è svolto, all’albergo Pirovano al Passo dello Stelvio, il quarto motoraduno “Dainese Day” - Super SIC58, evento dedicato al ricordo di Marco Simoncelli e alla fondazione a lui intitolata. In cabina di regia Pirovano Stelvio e Dainese Como in collaborazione con la Banca Popolare di Sondrio. Alla buona riuscita dell’iniziativa hanno partecipato il “Gruppo Autotorino” e l’azienda agricola Marsetti, con il vino della Valtellina. 

Alla manifestazione, primo raduno motociclistico slow a livello mondiale, che ha visto il coinvolgimento di un centinaio di motociclisti, hanno preso parte Kate Fretti, la fidanzata del Sic, e Paolo Beltramo, giornalista amico di Marco Simoncelli oltre a Loris Calipari, dirigente della fondazione Marco Simoncelli.

La visita alle trincee, avvenuta domenica, in occasione dei cento anni della fine della Grande Guerra, è stata molto apprezzata dai centauri, che hanno così potuto scoprire una parte molto interessante dello Stelvio. Al termine del “pranzo del centauro”, preparato dagli chef della Pirovano, sono stati premiati i centauri provenienti da più lontano: Stoccarda, Bologna e La Spezia. L’iniziativa è stata ripresa dall’emittente televisiva TeleReporte-TeleColo. A tanti anni di distanza dal tragico incidente di Sepang nel motogp di Malesia, l’affetto verso il campione è ancora tanto. Immortale come le sue gesta in pista e fuori perché il Sic era davvero unico.


© RIPRODUZIONE RISERVATA