La morte di Mattia, i Ris nel rifugio Barchi  Albavilla si prepara all’ultimo saluto
La fotografia di Mattia Mingarelli utilizzata da “Chi l’ha visto?”

La morte di Mattia, i Ris nel rifugio Barchi

Albavilla si prepara all’ultimo saluto

Il giovane aveva una ferita alla testa, le indagini della procura. Sabato 29 alle 16 il funerale nella chiesetta di Molena

In attesa di conoscere gli esiti del sopralluogo compiuto dai carabinieri del Reparto investigazioni scientifiche (Ris) di Parma all’interno del rifugio ai Barchi di Chiesa Valmalenco, e le cause che hanno provocato la ferita sulla testa rilevata dal medico durante l’autopsia del tutto compatibile con una caduta al suolo, Albavilla si appresta a dare l’ultimo saluto a Mattia Mingarelli, l’agente di commercio di 30 anni trovato cadavere il 24 dicembre a poca distanza del rifugio dove era stato visto per l’ultima volta il 7 dicembre.

I carabinieri del Ris durante il sopralluogo al rifugio Barchi

I carabinieri del Ris durante il sopralluogo al rifugio Barchi
(Foto by Luca Gianatti)

I funerali sono stati fissati per sabato 29 dicembre alle 16 nella chiesetta di Santa Maria di Loreto nella piccola frazione di Molena, sopra Albavilla. Un’oasi nel verde che Mattia frequentava con il suo cane e che la famiglia ha scelto per l’ultimo saluto.


© RIPRODUZIONE RISERVATA