La Guzzi ritorna al passato
Si presenta la <V7 Special>

La casa di Mandello presenta a Milano la <V7 Special>, una moto che si ispira al fortunato modello progettato a fine degli anni Sessanta da Giulio Cesare Carcano, La nuova <V7> si rivolge ad una clientela che usa le moto per lunghi viaggi in tutta comodità a sicurezza

La Guzzi ritorna al passato Si presenta la <V7 Special>
La nuova Guzzi V7 Special che verrà presentata martedì 29 a Milano la si era già vista al Salone internazionale del motociclo di Milano. Una moto che si è ispirata al classico V7, il modello nato nel 1968 e che può essere considerato il progenitore di tutte le Guzzi bicilindriche.
La V7 del 1968 era stata progettata dall’ingegner Giulio Cesare Carcano e aveva ottenuto grandi consensi e una forte richiesta dal mercato. La V7 Special del terzo millennio dalla sua antenata, oltre al motore con il classico bicilindrico a “V” di 90°, ha ereditato anche le colorazioni, quel bianco con bordature nere che hanno fatto storia per la “vera” V7. Un mezzo interessante quello moderno perché destinato a una fascia di clientela che non è certo quella degli smanettoni, ma di coloro che intendono l’uso della moto da passeggio per lunghe gite specie sulle strade di montagna dove la New V7 Special trova la grinta di arrampicatrice.

© RIPRODUZIONE RISERVATA