Indagini sui pilastri, giornata di disagi  sul ponte sull’Adda
Intervento ieri al ponte sull’Adda di Traona e traffico interrotto

Indagini sui pilastri, giornata di disagi

sul ponte sull’Adda

Posa e rimozione ieri delle attrezzature per verificare la staticità della struttura di Traona. Traffico interrotto in mattinata e nel tardo pomeriggio.

Una chiusura a fasce orari nella prima e ultima parte della giornata di ieri è stata necessaria al ponte sull’Adda a Traona per dar corso alle indagini geofisiche sui pilastri. A pochi giorni dal provvedimento provinciale che disponeva l’ulteriore intervento di controllo e verifica sull’infrastruttura, ieri dalle 7 alle 9 e dalle 17 alle 19 sono stati effettuati i lavori di posa e rimozione delle strutture necessarie a ulteriori indagini su indicazione del professionista incaricato della verifica statica dell’infrastruttura, in corso da metà settembre per definire le condizioni del ponte. Il nuovo intervento ha previsto una campagna di indagini geofisiche finalizzate alla determinazione indiretta della lunghezza dei pali di fondazione delle pile del ponte sull’Adda, ed è stato indicato dalla Provincia come urgente per garantire la sicurezza della circolazione sull’infrastruttura. Dall’avvio dell’intervento di verifica statica, l’amministrazione provinciale ha disposto un’ordinanza restrittiva per il transito dei veicoli sul ponte ancora oggi vigente.

Sono attivi il divieto di transito per i veicoli con massa superiore ai 35 quintali, il limite di velocità a 30 chilometri orari e il senso unico alternato.

L’ultimo provvedimento di affidamento dell’indagine geofisica è stato ritenuto urgente per accertare lo stato delle pile del ponte e quello di sicurezza della struttura, dopo aver assodato le diverse criticità del ponte. I lavori svolti hanno riguardato la perforazione a distruzione di nucleo per una lunghezza di quindici metri e la fornitura e posa di un tubo cementato. L’intervento “ex ss 402 Valeriana- ponte di Traona sull’Adda” rientra nel piano degli interventi prioritari sulla rete viaria di interesse regionale in cui è inserito e il progetto di realizzazione redatto nell’aprile del 1999. Nel maggio 2016 è stato approvato l’aggiornamento economico dell’intervento per il nuovo ponte e il progetto esecutivo è stato proposto in approvazione a ottobre 2017.

A seguito di varie valutazioni, il presidente della Provincia ha comunicato agli uffici la decisione di non procedere all’approvazione del progetto per il nuovo ponte, bensì di inserire nel programma lavori 2018-2020 la manutenzione straordinaria dell’esistente. I fondi stanziati sull’intervento di manutenzione straordinaria proposto in programmazione riguardano gli interventi prioritari sulla rete viaria di interesse regionale assegnati alla Provincia per una nuova struttura e non per la manutenzione dell’esistente.


© RIPRODUZIONE RISERVATA