Incubo multe sulle strade a Calolzio  Un’apparecchiatura stana i “furbetti”
Al centro l’assessore Valentino Mainetti, a destra il comandante

Incubo multe sulle strade a Calolzio

Un’apparecchiatura stana i “furbetti”

Veicoli senza assicurazione o non revisionati scoperti in tempo reale dalle targhe

Ma l’assessore garantisce: «Non è per far cassa, potremo trovare anche le auto rubate»

Un nuovo dispositivo per individuare in tempo reale i veicoli senza assicurazione, non revisionati o rubati e bloccarli immediatamente. Il suo nome è “Falco 193” e da un paio di giorni è entrato nella dotazione della polizia locale di Calolziocorte, che lavorerà dunque in modo mirato per aumentare il livello di sicurezza sulle strade del capoluogo.

Qualche automobilista l’ha già notato, posizionato a bordo strada e rivolto a leggere le targhe dei mezzi in transito. Qualcuno l’ha scambiato per un autovelox, ma in questo caso non è la velocità a essere controllata dagli agenti, quanto altri aspetti legati alla regolarità del veicolo.

Il funzionamento lo spiega l’agente Jusva Gariboldi, che lo ha testato in questi primissimi giorni. «Di fatto si posiziona questo macchinario circa 150 metri prima del punto in cui la pattuglia ha allestito il posto di controllo. L’apparecchiatura rileva in automatico e nell’arco di pochi istanti l’eventuale assenza di assicurazioni e revisioni».

«Questo apparecchio ci permetterà anche di individuare eventuali veicoli rubati».

Soddisfatto per l’acquisto anche l’assessore alla sicurezza, Valentino Mainetti, che ha voluto comunque sottolineare che «l’utilizzo di questa apparecchiatura, così come era stato a suo tempo per l’autovelox, non sarà finalizzato a fare cassa, ma a garantire la sicurezza della cittadinanza».

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola sabato 17 gennaio.


© RIPRODUZIONE RISERVATA