Giovedì 02 Ottobre 2014

In Cassazione per “Oversize”

Condanne confermate

Una delle prime udienze del processo che era iniziato a Lecco nel novembre del 2007

Condanne sostanzialmente confermate dai giudici della Corte di Cassazione per l’inchiesta Oversize.

Questo l’esito del ricorso presentato, tramite il loro avvocato Marcello Perillo, da Emiliano Trovato, figlio del boss Franco Coco Trovato, il cugino Giacomo Trovato (figlio di Mario Trovato) e Paolo Schillaci, tre degli imputati coinvolti nell’inchiesta contro l’Ndrangheta nel Lechesse che nel 2006 aveva portato all’arresto di 42 persone.

Per Paolo Schillaci sono stati confermati i 10 anni e 6 mesi che in Appello gli erano stati comminati dopo che in primo grado era stato condannato a 12 anni e 6 mesi. Anche a Giacomo Trovato è stata confermata la pena a 14 anni, come in Appello dove gli era stata ridotta dagli iniziali 18 anni e 3 mesi. Per il figlio di Mario Trovato i giudici della Cassazione hanno rimodulato i 14 anni in base ai capi d’accusa: la pena da scontare rimane a 14 anni ma non più 7 per associazione a delinquere di stampo mafioso e 7 per lo spaccio di droga ma 10 per la droga e 4 per l’associazione mafiosa. Giacomo Trovato è attualmente libero dopo aver scontato già 8 anni di reclusione. Infine, è stata limata da 18 anni a 16 anni e 8 mesi di reclusione la pena per Emiliano Trovato, che è stato ritenuto estraneo a due episodi di spaccio (12 anni la condanna per associazione mafiosa e 4 anni e 8 mesi per spaccio).

L’articolo completo su La Provincia di Lecco in edicola domani mattina, 2 ottobre

LECCO

© riproduzione riservata