In canoa all’abbazia di Piona

Parte il noleggio del “Gabbiano”

ColicoUn progetto in collaborazione tra la comunità, il Crams e Pasolavoro

Durante la stagione turistica offerti pacchetti anche di una sola giornata

In canoa all’abbazia di Piona Parte il noleggio del “Gabbiano”
Il lago e l’abbazia: una veduta dall’alto di Piona

Rilasciata all’associazione “Il Gabbiano” la concessione demaniale temporanea per lo stazionamento temporaneo di canoe e gymsurf per le visite all’abbazia di Piona.

Sono 25 metri quadrati che l’Autorità di bacino del Lario e dei laghi minori hanno dato per un periodo limitato, fino al 31 ottobre prossimo, dietro versamento della somma di 200 euro.

La convenzione permetterà di far partire il progetto dell’associazione che prevede un punto noleggio ed escursioni guidate con gymsurf e canoa alla darsena dell’associazione-comunità “Il Gabbiano” di Olgiasca.

È l’iniziativa che verrà realizzata in collaborazione con il Crams e la cooperativa Pasolavoro nell’ambito del progetto “Expolake Lecco: green, healthy, smart land” proposto dalla Provincia di Lecco.

Il gymsurf, ovvero la bicicletta d’acqua, è un mezzo di facile utilizzo che viene utilizzato pure come strumento di allenamento sportivo, verrà messa a disposizione per un percorso da villa Malpensata, sede dell’associazione, all’Abbazia di Piona assieme alle canoe per dare la possibilità di ammirare scorci naturali altrimenti non visitabili.

Oltre alle attività di noleggio, verranno offerte proposte turistiche con giornate e pacchetti strutturati grazie alla presenza sul promontorio di Olgiasca dall’azienda agricola Malcrida con le sue specialità tipiche locali.

Nel progetto è prevista inoltre l’organizzazione di un evento, il campus rock, che vedrà la collaborazione del Crams e della cooperativa Pasolavoro, che avrà la durata di due settimane in cui la proposta del gymsurf sarà una delle animazioni extra che i giovani coinvolti potranno scegliere.

Grazie alla presenza della cooperativa, potranno essere noleggiate biciclette anche elettriche per la visita ad altri luoghi dell’altolago e del Pian di Spagna, con la prospettiva di proporre escursioni di trekking o di mountain bike lungo il “Sentiero del Viandante” coinvolgendo le guide locali.

Un progetto ambizioso che aggiungerà attrattiva all’altolago e soprattutto alla penisola di Piona che già oggi è molto frequentata per la presenza dei monaci e dalla storica Abbazia.

Un tassello in più nell’offerta turistica del territorio colichese che abbraccia però anche i paesi immediatamente vicini.

© RIPRODUZIONE RISERVATA