Il Covid preoccupa  Si ipotizza un lockdown

Il Covid preoccupa

Si ipotizza un lockdown

Il governo potrebbe varare una stretta nazionale di 3-4 settimane in cui eseguire vaccinazioni di massa

Covid, aumentano i contagi e si fa strada l’ipotesi di un lockdown nazionale di 3-4 settimane per vaccinare in massa che sarà discussa oggi nella riunione straordinaria tra ministri e tecnici.

Speranza e Gelmini terranno una riunione straordinaria con il capo del Cts Agostino Miozzo e il commissario per l’emergenza Giuseppe Figliuolo. Dopodiché ci sarà un vertice tra Draghi e la cabina di regia per decidere il da farsi.

Nonostante il nuovo Dpcm che detterà le regole anti Covid fino al 6 aprile, torna con prepotenza la possibilità che il governo adotti delle misure restrittive ad hoc per Pasqua, per evitare il rischio di assembramenti durante le festività, ma soprattutto per rispondere a un deciso aumento dei contagi su tutto il territorio italiano.

L’ipotesi, già tirata in ballo nei giorni scorsi è tornata in auge in queste ore, preso atto che il Paese nella morsa delle varianti si dirige verso la terza ondata.

Per questo il governo potrebbe pensare a una stretta che riguardi il periodo che precede e segue Pasqua. Inizialmente ipotizzato come un “mini lockdown delle feste”, come già successo a Natale, sembra però tradursi nelle ultime ore in qualcosa di molto più consistente.

Questo in caso di una curva dei contagi che continui a mostrarsi in preoccupante salita e terapie intensive troppo affollate; le alternative consistono in una zona arancione rafforzata della stessa durata o una zona rossa limitata ai soli week end.

Qualora invece i dati dovessero mostrarsi meno preoccupanti, la scelta potrebbe andare verso una zona arancione nei fine settimana o un coprifuoco anticipato tra le 19 e le 20 in tutta Italia.


© RIPRODUZIONE RISERVATA