Il Covid fa tremare la stagione dello sci  «Quattro per cabina? Così non apriamo»
La cabinovia che collega Barzio ai Piani di Bobbio

Il Covid fa tremare la stagione dello sci

«Quattro per cabina? Così non apriamo»

Massimo Fossati (Itb): «In caso di limiti troppo restrittivi ai Piani di Bobbio lavoreremmo in perdita»

Emergenza Covid: in Valsassina monta la preoccupazione per la stagione della neve.

Le Imprese turistiche barizesi, la società che gestisce gli impianti dei Piani di Bobbio e Valtorta sono in balia dei vari Dpcm che si susseguono ormai a cadenza sempre più serrata.

Massimo Fossati paventa scenari foschi. «Se ci imponessero un massimo di quattro persone per ogni cabina (come era già successo a marzo, ndr), non apriremmo nemmeno - anticipa l’amministratore delegato di Itb - Per noi significherebbe lavorare in perdita: ogni cabina è in grado di ospitare dodici persone, farne entrare solo quattro alla volta in alta stagione rappresenterebbe un danno economico insostenibile».

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA