Guzzi V7 Carbon   Produzione limitata
Il davanti della V7 Carbon

Guzzi V7 Carbon

Produzione limitata

Dalle linee di Mandello ne scenderanno 1921, che è l’anno di fondazione

Sarà il colore nero quello predominante nella Guzzi V7 III versione Carbon che lega il suo look al colore del carbonio a cui si ispira l’ultimo modello della casa motociclistica di via Parodi.

Anche questa versione chiamata Carbon è montata a mano dai tecnici che operano nella fabbrica di Mandello. Un modello presentato a Eicma, dove ha avuto grandi consensi anche dopo la riproposta a Expom motor Bike di Verona solo l’altra settimana. E così la Moto Guzzi ha deciso di far diventare questa Special V7 Carbon un mezzo a tiratura limitata. Infatti le nuove V7 Carbon saranno solo 1921 in riferimento all’anno di fondazione della Guzzi, e saranno riconoscibili da una targhetta posta sulla piastra del manubrio che darà una numerazione progressiva. A fare da contrasto cromatico dal nero saranno alcuni particolari di color rosso come le testate le pinze dei freni e ancora i loghi con l’aquila sui fianchetti laterali. Anche la sella ha un profilo rosso in segno di sportività come sul serbatoio proprio a fianco del tappo per il carburante con la scritta Moto Guzzi.

Questi piccoli ma significativi richiami fanno della V7 Carbon una moto unica che potremmo tranquillamente definire limited. Da qualche giorno nelle 75 concessionarie del marchio Moto Guzzi sono in visione le prime moto scese dalle linee di montaggio curate alla perfezione per la clientela che potrà acquistare a 9900 euro franco concessionario. Con V7 III Carbon i molti elementi in fibra di carbonio, di solito riservati ai modelli supersportivi, vengono introdotti per la prima volta in maniera massiccia nel mondo delle versioni classic.

© RIPRODUZIONE RISERVATA