Funivia caduta:   «Difficile da spiegare»
Stresa, la cabina gemella di quella precipitata sul Mottarone

Funivia caduta:

«Difficile da spiegare»

Franco Vismara, amministratore degli impianti del Palù dopo la tragedia di ieri sul Mottarone con molte vittime

«Mi sento di escludere che a causare il tragico incidente possa essere stata una mancata manutenzione dell’impianto. Al momento, con le informazioni che abbiamo, risulta davvero difficile capire cosa sia successo».

L’eco della terribile notizia dell’incidente avvenuto in Piemonte ieri è arrivata, ovviamente, anche in Valtellina, dove sono diversi gli impianti a fune, seppur molto diversi da quello protagonista della tragedia. Viene spontanea, quindi, una riflessione e l’avvocato Franco Vismara, amministratore delegato della società titolare degli impianti del Palù a Chiesa in Valmalenco, ha provato a dare qualche risposta alle tante domande sorte ieri.

Ma come è potuto accadere? Qualcuno ieri ha ipotizzato che alla base dell’incidente potesse esserci una scarsa manutenzione, si è parlato di un intervento di ristrutturazione e di sostituzione delle funi effettuato 5 anni fa, nel 2016. Troppo tempo? Secondo Vismara assolutamente no.

«Quelle funi vengono sostituite anche ogni vent’anni, se, come dicono, è stata cambiata cinque anni fa era praticamente nuova - afferma l’avvocato -. Al Palù, impianto molto diverso da quello che collega Stresa e Mottarone, ma che presenta alcune somiglianze, abbiamo sostituito le funi un anno fa ma dopo parecchi anni. È assolutamente normale, quindi. Tanto più che, comunque, tutti gli anni per avere l’autorizzazione all’apertura devono essere effettuate verifiche sulle funi».

«Certamente sono state fatte anche sull’impianto in questione, senza dubbio è stato fatto tutto come doveva, altrimenti la funivia non avrebbe potuto essere in funzione (era aperta da quasi un mese, dal 24 aprile scorso, nda.).

Per questi motivi mi sento di escludere che a causare il tragico incidente possa essere stata una mancata manutenzione dell’impianto. Al momento, con le informazioni che abbiamo, risulta davvero difficile capire cosa sia successo, sembra davvero inspiegabile. Occorre attendere di avere maggiori notizie e di leggere le carte per formulare ipotesi, ora non so proprio spiegare l’accaduto».


© RIPRODUZIONE RISERVATA