Frana a Pagnona, costi raddoppiati

Per il crollo servono 180mila euro

Progetto pronto tra dieci giorni, appello della Provincia al prefetto per avere i fondi

L’assessore Simonetti: se non ci trovano i soldi, l’intervento potrebbe non essere fatto

Frana a Pagnona, costi raddoppiati Per il crollo servono 180mila euro
La frana di Pagnona presenta un conto salato, il doppio di quello che si pensava in partenza e ora bisogna trovare i fondi

Raddoppiano i costi per la sistemazione della frana di Gallino sulla Sp 67, si allungano i tempi per la progettazione e non è ancora risolto il problema dei fondi che la Provincia non ha.

«Venga Renzi a pulirci la strada visto che ci porta via i soldi e ritiene che siamo enti inutili», afferma Stefano Simonetti, nel duplice ruolo di assessore ai lavori pubblici e presidente vicario.

Il progetto da realizzare per rimuovere la frana e mettere in sicurezza il versante sarà pronto entro una decina di giorni, come conferma il dirigente Angelo Valsecchi.

I costi sono preventivati in 190mila euro, quasi il doppio della prima stima fatta a caldo.

Il servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola mercoledì 16 luglio

© RIPRODUZIONE RISERVATA