Facchinetti, addio al progetto Consonno  «Nel Comasco la mia Città dei giovani»
Francesco Facchinetti a Consonno. Ma le trattative con i proprietari dell’area non sono andate a buon fine

Facchinetti, addio al progetto Consonno

«Nel Comasco la mia Città dei giovani»

Il deejay marianese abbandona il progetto del Lecchese

La promessa: «Finanzierò le start up con i proventi del mio smartphone»

Non si arrende lo showman Francesco Facchinetti.

«Ai proprietari dei terreni di Consonno, la nostra proposta, mia e di alcuni investitori, non interessa - dice - e ci dispiace molto. Ma il progetto per realizzare la Città dei Giovani, a cui tengo molto, non finirà qui».

Facchinetti non si sta facendo crescere l’erba sotto i piedi. «Stiamo già valutando alcune location in zona, nelle province di Como e di Lecco - fa sapere - E abbiamo già deciso di destinare una parte dei guadagni legati alla vendita dello smartphone che stiamo lanciando per finanziare le start up dei ragazzi. Vogliamo iniziare a far partire così la nostra Città».

Intanto Facchinetti ha già deciso di finanziare le start up dei giovani, le aziende che ai suoi occhi possono avere delle potenzialità, con una parte degli introiti della vendita di Stonex One, il primo smartphone made in Brianza.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA