Eusider cresce nel mercato dei tubi  Acquisita l’impresa veneta Bidue
Da sinistra, Antonio, Maria, Eufrasio e Giacomo Anghileri

Eusider cresce nel mercato dei tubi

Acquisita l’impresa veneta Bidue

Nel gruppo di Costa Masnaga entra una realtà molto presente nei mercati esteri - Il fondatore Eufrasio Anghileri: «È un ulteriore passo in avanti nell’internazionalizzazione»

Il processo di crescita che Eusider ha intrapreso ormai da anni si arricchisce di un nuovo importante tassello: il gruppo con sede a Costa Masnaga ha completato l’acquisizione di “Bidue”, azienda di Melara (Rovigo) leader nella produzione di tubi saldati di alta qualità.

La società lecchese fondata dalla famiglia Anghileri ha rilevato il 100% del capitale dell’azienda veneta. La realtà fondata dalla famiglia Borghi, con i suoi trenta dipendenti tra il 2017 e il 2019 ha avuto una media di 15 mila tonnellate prodotte, con un fatturato di 20 milioni di euro realizzato per l’80% all’estero (principalmente sui mercati di Europa, Usa, Brasile, Russia, Australia, India, Cina, Messico), un Ebitda del 23% e un rapporto tra posizione finanziaria netta ed Ebitda a 0,17.

«Oltre che per la grande redditività e la forte internazionalizzazione - ha sottolineato l’amministratore delegato di Eusider, Eufrasio Anghileri -, Bidue si caratterizza per un’elevata qualità del prodotto, come dimostrano le certificazioni Iso 9001 e Iatf 16949 per il settore automotive e Iso 14001 per la sostenibilità ambientale. Con questa operazione, la prima di un anno per noi molto importante a livello strategico, continua il processo di crescita, verticalizzazione e internazionalizzazione del gruppo Eusider».

«Sono molto soddisfatto di questa acquisizione che permetterà al gruppo di essere ancora più presente nel settore del tubo saldato e soprattutto in questa nicchia di tubo rivestito per impieghi speciali», ha aggiunto Antonio Anghileri, co-fondatore con il fratello Eufrasio di Eusider Spa.

Bidue si inserisce, nel gruppo Eusider, in un sistema di aziende (per un totale di 500 dipendenti in 14 sedi che coprono 160mila metri quadrati) che producono, distribuiscono e forniscono servizi nel settore dell’acciaio, ciascuna specializzata in specifici comparti o lavorazioni complementari in modo da offrire ai clienti soluzioni su misura alle migliori condizioni di mercato. I principali prodotti trattati e commercializzati sono coils, lamiere da treno, tubi e barre cromate, tondi, acciaio inox e alluminio. I settori industriali serviti sono elettrodomestici, automotive, movimento terra, cantieristica navale e infrastrutture, oltre ad arredo casa e oil&gas.

Eusider è il secondo gruppo siderurgico privato e il quarto centro di servizi siderurgici in Italia. Nell’ultimo decennio insieme ai fondatori sono entrati nella gestione anche Giacomino e Maria Anghileri (che è anche vice presidente nazionale dei Giovani Imprenditori di Confindustria), figli di Eufrasio.

Nel 2019 Eusider Group ha venduto per 1.258mila tonnellate fatturando 696,9 milioni di euro (il 31% all’estero), con un Ebitda di 35,7 milioni. Nei suoi 40 anni di storia, l’azienda ha sempre attuato una politica volta a patrimonializzare l’azienda per garantirne la continuità.


© RIPRODUZIONE RISERVATA