Escursionisti soccorsi in Valmasino: due interventi
Sono subito partite le squadre del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico)

Escursionisti soccorsi in Valmasino: due interventi

Entrambi senza conseguenze per le persone che hanno chiesto aiuto. In questi giorni, se si va in montagna, è necessario prestare molta attenzione ai tempi di rientro perché il sole tramonta prima.

Due interventi oggi in Valmasino, entrambi senza conseguenze per le persone che hanno chiesto aiuto. La prima chiamata è giunta poco dopo le 16 da parte di una coppia di comaschi che avevano perso il sentiero mentre scendevano dal rifugio Ponti. Si sono ritrovati in una zona in cui non riuscivano a capire come andare avanti. Dal momento che entro poco tempo sarebbe diventato buio, hanno pensato di chiamare il 112. Attraverso le informazioni date alla stazione di competenza del Soccorso alpino, i tecnici sono riusciti a localizzarli; sono quindi stati raggiunti dall’elicottero e riportati a valle, illesi.

Si è concluso poco fa, intorno alle 22, un altro intervento, anche questo con esito positivo. Due uomini di Monza erano saliti oggi al rifugio Gianetti ma scendendo uno dei due è rimasto indietro; a un certo punto l’altro, non vedendolo arrivare, dopo oltre un’ora, intorno alle 20, ha dato l’allarme. Sono subito partite le squadre del Cnsas (Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico) e lo hanno intercettato lungo il sentiero, illeso; l’escursionista è stato riaccompagnato a valle.

In questi giorni, se si va in montagna, è necessario prestare molta attenzione ai tempi di rientro perché il sole tramonta prima e il buio sopraggiunge dopo pochi minuti.


© RIPRODUZIONE RISERVATA