Erba, trattore abbatte obelisco
Paura davanti alla chiesa

Nessun ferito dalla colonna di marmo alta cinque metri. «Una fortuna, la piazza è sempre molto frequentata»

Erba, trattore abbatte obelisco Paura davanti alla chiesa
L’obelisco abbattuto davanti alla parrocchiale di Buccinigo

Un trattore ha abbattuto l’obelisco davanti alla parrocchiale di San Cassiano, nella frazione di Buccinigo. È successo verso le 9 di martedì 29 marzo.

Il monumento, alto cinque metri, è caduto verso l’ingresso della chiesa: per fortuna non c’era nessuno nelle vicinanze. Anche il conducente del mezzo agricolo ha corso un grande rischio ma può dirsi fortunato: la colonna è infatti caduta a una certa distanza dal trattore.

Don Alessandro Vismara, che si trovava nella sua abitazione posta sull’altro lato della piazza, è immediatamente uscito per constatare i danni insieme al conducente del mezzo agricolo, costernato per l’errore di manovra.

Il trattore è arrivato nella piazza della chiesa per errore: «Capita spesso che camion o automobili sbaglino strada - racconta Matteo Redaelli, collaboratore della parrocchia - perché al termine della piazza c’è un tunnel che passa sotto via Cantù, non è utilizzabile dai veicoli ma a volte i navigatori spingono i mezzi fin lì».

Quando si è accorto di essere arrivato in una piazza a fondo cieco, il conducente del trattore ha fatto manovra per tornare sui suoi passi.

«A quel punto ha urtato l’obelisco, che è caduto perpendicolare alla facciata della chiesa. Un bel danno, la colonna si è staccata nettamente dalla base».

L’obelisco è alto circa cinque metri, è composto da una colonna in marmo sormontata da una croce in ferro. «Fortuna vuole che in quel momento non ci fosse nessuno intorno al monumento. La piazza è molto frequentata, tanto dai fedeli quanto dai genitori che portano i bambini all’asilo di Buccinigo, a pochi metri di distanza sulla stessa piazza. L’obelisco è caduto dritto sull’aiuola, nessuno è rimasto ferito» ha aggiunto Redaelli

Il conducente del trattore è sceso immediatamente dal mezzo, costernato per quanto accaduto. Nel frattempo - richiamato dal rumore - è arrivato anche il parroco don Vismara, che abita dall’altro lato della piazza.

(Luca Meneghel)

© RIPRODUZIONE RISERVATA