Erba, sciopero al mercato  L’intesa dopo la protesta
Gli ambulanti del mercato di Erba sotto i portici (Foto by Meneghel)

Erba, sciopero al mercato

L’intesa dopo la protesta

Gli ambulanti contro Palazzo Majnoni. L’incontro con il sindaco. Giovedì 11 giugno il mercato con 140 bancarelle

Hanno posizionato le loro bancarelle nei consueti spazi e poi hanno incrociato le braccia. Clamorosa protesta quella messa in atto giovedì 4 giugno dagli ambulanti del mercato di Erba. «Vogliamo tornare a vendere tutti insieme anche a Erba, abbiamo bisogno di lavorare. Questo è l’unico Comune che pone ancora limitazioni così stringenti». In piazza del Mercato una cinquantina di ambulanti sta protestando contro l’ordinanza del sindaco Veronica Airoldi, che impone per altre due settimane - giovedì 4 e giovedì 11 giugno - un mercato con solo metà dei banchi per scongiurare assembramenti come avvenuto a fine giugno.

Le bancarelle disposte negli spazi del mercato

Le bancarelle disposte negli spazi del mercato

Arrivati in piazza, gli ambulanti hanno posizionato i camion e si sono riuniti sotto i portici insieme al referente di Confcommercio Carlo Tafuni. Intorno alle 8.30, il sindaco Airoldi ha accettato di incontrare una delegazione degli ambulanti in municipio e al termine è stata anticipata una possibile soluzione. Gli ambulanti restringeranno l’ingombro dei banchi per avere un metro tra una e l’altra come previsto dalla legge. Così da giovedì 11 giugno dovrebbero tornare tutti. Gli ambulanti hanno anche chiesto rassicurazioni sul fatto che un futuro spostamento delle bancarelle sarà limitato ai pochi mesi in cui faranno lavori in piazza e sui portici.


© RIPRODUZIONE RISERVATA