Erba, l’ex sindaco Fusi   vittima del Covid
Augusto Fusi, a sinistra, con Erica Rivolta, il presidente Aspae Luigi Cabano e il sindaco Veronica Airoldi

Erba, l’ex sindaco Fusi

vittima del Covid

È stato eletto primo cittadino dal 1975 al 1980, ma ha ricoperto anche l’incarico di vicesindaco e assessore

È morto a 92 anni l’ex sindaco di Erba Augusto Fusi, primo cittadino dal 1975 all’80 e vicesindaco e assessore alla pubblica istruzione nei cinque anni precedenti durante il governo di Bassano Porro. Anche Fusi è una vittima del Covid.

Di questi anni erbesi, caratterizzati dal governo della Democrazia Cristiana insieme ai socialisti e ai socialdemocratici, si ricorda la realizzazione di scuole, la palestra di Crevenna, i lavori preparatori per la nascita dell’Elmepe, oggi Lariofiere. Con Fusi poi, fu progettata e appaltata la casa di riposo «Giuseppina Prina» e fu dato impulso all’edilizia popolare sociale convenzionata e alle cooperative. Sorsero i villaggi di Prato Mazzucco, del Canavé, le case popolari di Crevenna. Il piano regolatore fu impostato in modo da dare a Erba un importante sviluppo economico.

In queste ore sono state molte le manifestazioni di stima ai tre figli da parte di chi lo ha conosciuto e di chi ha collaborato con lui. «Ha lasciato un’impronta».

(Benedetta Magni)


© RIPRODUZIONE RISERVATA