Engadina, positivi due bambini  Niente maratona di sci l’8 marzo
archivio

Engadina, positivi due bambini

Niente maratona di sci l’8 marzo

Il Coronavirus è arrivato nei Grigioni e la risposta del governo retico non si è fatta attendere

Coira

Il Coronavirus è arrivato nei Grigioni e la risposta del governo retico non si è fatta attendere. Fra i provvedimenti decisi a Coira c’è l’annullamento della Maratona engadinese di sci di fondo. Sono due bambini di una famiglia italiana in vacanza in Engadina Alta i pazienti infetti, come reso noto dall’esecutivo cantonale ieri mattina. Presentano dei sintomi e sono stati ricoverati in una struttura ospedaliera, ma le loro condizioni sono buone. Quattro persone sono state poste in quarantena e si trovano sotto osservazione. Due di queste – le figure di riferimento più strette per i piccoli pazienti – sono con loro in ospedale. Le autorità non hanno diffuso ulteriori informazioni né sulla provenienza dei pazienti, né sulla località del loro soggiorno. Si sono limitati a spiegare che si trovavano nella zona che va da Maloja a S-chanf. Nel Cantone sono una ventina i casi sospetti. Sono in corso accertamenti su queste persone e altri sette sono risultati negativi. La principale misura presa è rappresentata dall’annullamento della Maratona engadinese di sci, evento in programma per domenica 8 marzo con ben 14.200 fondisti iscritti. «Il Cantone ha adottato misure al fine di impedire la trasmissione del virus ad altre persone», ha affermato il Consigliere di Stato Peter Peyer.


© RIPRODUZIONE RISERVATA