Docce gelate dopo il calcetto  La protesta degli sportivi
Una vista degli impianti sportivi di Anzano del Parco

Docce gelate dopo il calcetto

La protesta degli sportivi

Anzano del Parco: a distanza di due mesi il guasto non è stato ancora risolto

E l’assessore spiega: «Tempi tecnici per l’intervento, ci stiamo lavorando»

Giocare a calcetto o a tennis nel campetto coperto del centro sportivo di via Valera, pagare 60 euro all’ora, e poi uscire e poi essere costretti a farsi una doccia gelata. Disagi che si protraggono da oltre due mesi e che ormai si sono trasformati in rabbia ed esasperazione con gli utilizzatori che se ne vanno in altre strutture fuori paese o che si devono adeguare a una situazione che definiscono “incredibile”. A lamentarsi alcuni utenti. «Può succedere ovunque un guasto alla caldaia per l’acqua calda, ci mancherebbe, ma che da oltre due mesi non venga risolto è davvero strano e non si capisce il senso di una scelta controproducente per il Comune».

L’assessore allo sport, Marco Frigerio, commenta: «Siamo perfettamente a conoscenza del problema e anche dei ritardi che sono dovuti alle lungaggini burocratiche dell’amministrazione pubblica. Sistemare la caldaia di casa lo si fa in un giorno, per un Comune invece bisogna seguire tutta la procedura della gara. Posso assicurare che ci stiamo muovendo».

© RIPRODUZIONE RISERVATA