Dal winter all’autunno: è Antonioli  Vince la 21 chilometri sulla ciclabile
1La partenza della prima Maratonina d’autunno 2 Il primo passaggio sulla ciclabile 3 Daniel Antonioli al traguardo

Dal winter all’autunno: è Antonioli

Vince la 21 chilometri sulla ciclabile

A Lecco la prima maratonina delle foglie morte è stata vinta dallo specialista del triathlon invernale

«È un periodo in cui sto bene». Secondo il valtellinese Zugnoni, tra le donne prima Daniela Ferraboschi

Prima edizione della Maratonina d’autunno ieri a Lecco, organizzata dal Triathlon Lecco in collaborazione con la Spartacus Sport Events. Più di 400 atleti al via tra la mezza agonistica e la passeggiata promozionale, per una gara che ha visto partenza e arrivo in viale Brodolini, davanti al Palataurus.

Allungo nel finale

A vincere è stato il campione di winter triathlon Daniel Antonioli dell’Esercito, residente ai Piani Resinelli, che dopo il titolo italiano di duathlon conquistato due settimane fa, dimostra di saperci fare anche quando si tratta di correre e basta chiudendo in 1:09.43.

Alle spalle del vincitore, staccato di soli 20 secondi Graziano Zugnoni, portacolori della Melavì Ponte Valtellina. «In questo periodo sto molto bene - commenta l’atleta valtellinese - solo che due settimane fa ho preso uno strappo alla coscia e sono stato costretto a stare fermo dieci giorni. Oggi era di fatto il rientro alle gare però stavo bene e se non avessi avuto questo stop avrei potuto andare ancora meglio. Daniel è stato bravo ad allungare negli ultimi 5 chilometri, ho provato a tenerlo ma il distacco è rimasto invariato. Sono comunque molto felice, 1 ora e 10 a 40 anni è buono».

A completare il podio Giuseppe Molteni dell’Atletica Lecco Colombo Costruzioni, al traguardo in 1:10.24: «Sono molto felice, davanti ci siamo dati spesse volte il cambio aiutandoci molto, alla fine Daniel è stato superiore a tutti, si è staccato e ha vinto. Io parto sempre per vincere, questa volta per fortuna ho trovato gente che andava più di me e questo mi ha aiutato a fare un ottimo tempo grazie anche al percorso molto bello e pianeggiante che favoriva una corsa veloce».

In campo femminile successo della modenese Daniela Ferraboschi della Polisportiva Rubiera con la prestazione di 1:24.46: «Gara molto bella e ben pensata visto che in questo periodo di fine stagione non ci sono molte gare di qualità. È un percorso davvero piacevole, dove vivo io è tutto piatto e non c’è la possibilità di allenarsi su saliscendi, quindi era ben preparata per questo tipo di gara. Sono già stata a Lecco altre volte e sono felicissima di essere riuscita a vincere questa volta».

Secondo posto per Lorena Di Vito del Cus Pro Patria Milano in 1:27.23 e terzo per Carmen Piani dell’Atletica Lecco in 1:28.33.


© RIPRODUZIONE RISERVATA