Creval, Moody’s: migliorate liquidità e profilo rischio, bene anche il piano al 2023
Creval, la sede di palazzo Sertoli a Sondrio (Foto by Luca Gianatti)

Creval, Moody’s: migliorate liquidità e profilo rischio, bene anche il piano al 2023

Con riferimento alla qualità del credito, l’agenzia sottolinea il miglioramento in atto e giudica gli obiettivi del piano, in termini di riduzione dei crediti deteriorati, raggiungibili grazie all’elevata copertura delle sofferenze.

L’agenzia di rating Moody’s, in un aggiornamento della “Credit Opinion” sul Credito Valtellinese, conferma la valutazione positiva del piano al 2023 dell’istituto valtellinese guidato dall’amministratore delegato Luigi Lovaglio e aggiunge che il profilo di liquidità è soddisfacente e in miglioramento in virtù dell’aumento dei depositi che ha permesso di recuperare completamente il forte calo registrato nel quarto trimestre del 2017.

Moody’s inoltre ritiene positiva la strategia di funding del piano che ha come obiettivo una minore dipendenza dalla Bce e funding interbancario. Con riferimento alla qualità del credito, l’agenzia sottolinea il miglioramento in atto e giudica gli obiettivi del piano, in termini di riduzione dei crediti deteriorati, raggiungibili grazie all’elevata copertura delle sofferenze. Infine per quanto riguarda la solidità, la posizione di capitale è considerata adeguata in vista degli obiettivi di derisking previsti a piano. Moody’s evidenzia poi il rafforzamento avvenuto nei coefficienti patrimoniali fino ad oggi e si aspetta che questi rimangano stabili nei prossimi mesi.


© RIPRODUZIONE RISERVATA