Cortenova: summit azienda-sindacati   alla Pfa
L’esterno della Pfa a Bindo di Cortenova

Cortenova: summit azienda-sindacati

alla Pfa

Dopo il grave infortunio sul lavoro di martedì sera, ieri è andato in scena il confronto tra le parti. Due ore di sciopero a fine di ogni turno

Si è svolto ieri, a margine della giornata di mobilitazione e sciopero indetta dalle organizzazioni sindacali alla Pfa di Cortenova, il faccia a faccia tra i sindacati e la direzione aziendale sul tema della sicurezza. L’incontro era già in programma da qualche settimana, concordato tra le parti dopo alcuni rinvii legati alla situazione sanitaria generale. Il destino ha voluto però che proprio alla vigilia del confronto già calendarizzato si verificasse il grave incidente che ha mandato in ospedale un 23enne di Cisano Bergamasco, travolto da alcuni profilati di alluminio mentre lavorava nel sito di Bindo.

Ieri, quindi, l’ex Proferall (che la Aag Stucchi ha venduto nell’ottobre 2017 alla Bodega Spa di Cisano Bergamasco) è stata teatro della protesta dei lavoratori, ma soprattutto del confronto tra il sindacato (in particolare con Ivan Martorano della Fiom Cgil e Francesca Melagrana della Fim Cisl) e l’azienda sul tema della sicurezza. «L’azienda – hanno fatto sapere le organizzazioni sindacali dopo il lungo confronto – ha motivato la tardività dell’incontro richiesto con problematiche derivanti dalla pandemia», negando quindi un atteggiamento ostruzionista nei confronti dei sindacati. La direzione ha quindi «presentato i dati relativi agli investimenti effettuati sulla sicurezza», focalizzando in modo particolare la costruzione del nuovo stabilimento adibito a magazzino e imballaggio, finalizzato a migliorare gli ambienti di lavoro e la sicurezza del personale.

L’articolo completo sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco


© RIPRODUZIONE RISERVATA