Concerto al Corvatsch: torna Van de Sfroos
Un migliaio gli spettatori che l’anno scorso hanno assistito al concerto

Concerto al Corvatsch: torna Van de Sfroos

Venerdì il cantautore del lago di Como sarà in quota per rinnovare l’appuntamento della Snow night.

Il 2017 per Davide Van de Sfroos sarà l’anno di San Siro. Venerdì 9 giugno canterà dal palco dello stadio che ha visto protagonisti artisti come Bruce Springsteen e Bob Marley, senza dimenticare i numerosi rocker italiani che al Meazza hanno scritto pagine indimenticabili della propria carriera. Ma per applaudire il cantautore laghée non bisogna aspettare la fine della primavera e non è necessario scendere a Milano. Venerdì 20 gennaio, alle 22,30, inizierà lo spettacolo alla Stazione intermedia Murtèl, al Corvatsch, tra Maloja e Sankt Moritz. A poco più di mezzora di auto dalla Valchiavenna, i fan dell’artista della provincia di Como potranno ascoltare le sue canzoni in uno scenario d’alta quota davvero unico. Si tratta di un appuntamento ormai tradizionale, che richiama un pubblico numeroso non soltanto dall’Engadina e dalla provincia di Sondrio, ma anche da zone limitrofe. Basti pensare che dodici mesi fa davanti al palco c’erano più di mille persone. Il prezzo del biglietto, che comprende la Snow Night e il concerto, è di 27 franchi svizzeri, pari a poco più di 25 euro (www.corvatsch.ch/concerto).

Prima e dopo lo spettacolo, gli appassionati di musica potranno sciare sulle nevi illuminate, dalle 19 alle 2. Non è una pista qualsiasi: si tratta del tracciato illuminato più lungo della Svizzera. Ogni venerdì il Corvatsch (www.skiengadin.it) risplende sotto la luce dei riflettori. Il comprensorio sciistisco Corvatsch-Furtschellas si estende da Sils a Silvaplana fino a Sankt Moritz. La quota e i pendii esposti a nord garantiscono ottime condizioni della neve da metà novembre agli inizi di maggio, anche negli inverni più complicati dal punto di vista meteorologico.

Con i suoi 3.303 metri sul livello del mare, la stazione in quota è la più alta dei Grigioni e offre un panorama di rara bellezza. Grazie alle ultime nevicate, intanto, anche il numero di chilometri percorribili sulle piste da sci di fondo engadinesi nei giorni scorsi è aumentato.


© RIPRODUZIONE RISERVATA