Centro trasfusionale del Mandic  Dopo vent’anni finalmente i lavori
Merate - La palazzina che ospita il centro trasfusionale

Centro trasfusionale del Mandic

Dopo vent’anni finalmente i lavori

Merate, sarà realizzato al piano rialzato del padiglione Rusca

Opere da 700mila euro da terminare entro il 2019

Dopo un’attesa lunga quasi vent’anni, all’interno del San Leopoldo Mandic sarà realizzato un centro trasfusionale completamente nuovo.

A darne notizia, il direttore generale Paolo Favini.

Attualmente, il centro trasfusionale si trova al secondo piano del padiglione Rusca, cui si accede dopo le scale una volta oltrepassata la portineria. Lo spazio è stato accreditato in via provvisoria, ma entro pochi mesi chi dona il sangue (una quarantina al giorno, dalle 7,30 alle 10) potrà farlo in una nuova struttura.

Il direttore spiega che la nuova collocazione del centro trasfusionale sarà sempre all’interno del padiglione Rusca, ma al piano rialzato.

La gara per la ristrutturazione dei locali è già stata effettuata e nel corso di febbraio sarà firmato il contratto con il Consorzio Coarco di Signa, provincia di Firenze. Subito dopo potranno partire i lavori, del valore di quasi 700 mila euro, che richiederanno 240 giorni lavorativi.

L’articolo completo e gli approfondimenti sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA