Caso Pgt, la beffa del Consiglio di Stato  Niente sospensiva della sentenza del Tar
Colico dall’alto: lo stop al Pgt potrebbe causare al municipio un danno pari a 360mila euro (Foto by Archivio Sandonini)

Caso Pgt, la beffa del Consiglio di Stato

Niente sospensiva della sentenza del Tar

Colico, respinto il ricorso del Comune

il verdetto nel merito arriverà soltanto in primavera

Il Consiglio di Stato non ha concesso la sospensiva richiesta dal Comune di Colico con il ricorso in appello contro la sentenza del Tar di Milano che ha annullato il Pgt.

Sempre bocce ferme, dunque; diventa così ancora più determinante l’assist della Regione che, grazie a un emendamento presentato dalla Lega, permette di ripristinare il vecchio Piano regolatore per un periodo di trenta mesi, in attesa della sentenza nel merito.

«Abbiamo ricevuto una nota dell’avvocato Francesco Basile sull’esito dell’udienza - dice l’assessore all’Urbanistica Barbara Bettiga – Avevamo richiesto la sospensiva, ma il collegio non si è espresso in Camera di consiglio. La strada che intende seguire è quella di fissare un’udienza nell’arco di tre, quattro mesi: probabilmente nella primavera 2019».

Le aspettative sulla sospensiva da parte del Consiglio di Stato erano forti, ma sono andate deluse.

Si è aperta invece l’inaspettata porta della modifica della legge regionale in materia urbanistica grazie all’emendamento che, colmando un vuoto normativo, ha ridato speranze a Colico ed alle aspettative di cittadini ed operatori.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA