Giovedì 26 Giugno 2014

Casatenovo: Vismara, il confronto va

Si tratta sui numeri della coop

Lo stabilimento della Vismara a Casatenovo: si tratta sull’organizzazione del lavoro

Vertenza Vismara. Un’intesa fra azienda e sindacato non c’è ancora, ma le parti hanno deciso di condividere un percorso di trattativa.

I vertici della Vismara trattano con i sindacalisti della Cgil e della Cisl per cercare di risolvere il nodo dell’esternalizzazione di parte della produzione che la società ha intenzione di affidare a una cooperativa, che si farà carico anche di una quota dei 250 dipendenti. Con questa nuova disciplina organizzativa, la Vismara punta ad ottenere una riduzione dei costi produttivi.

All’inizio, nella richiesta aziendale, i dipendenti che sarebbero dovuti passare alla cooperativa erano 118, successivamente l’impresa aveva ridotto il numero scendendo a una ottantina e ora è possibile che le persone coinvolte siano ulteriormente diminuite.

La riduzione dell’impatto della cooperativa sul personale di Vismara è il primo nodo da sciogliere, seguito dalla necessità di garantire uguali diritti ai futuri lavoratori “esternalizzati”, con ammortizzatori sociali, ferie e garanzie in linea con il passato.

«Non siamo ancora giunti a un accordo, la trattativa si sta muovendo a piccoli passi», dicono Massimo Sala della Cgil ed Enzo Mesagna della Cisl, che questa mattina incontreranno i lavoratori in assemblea per illustrare loro l’iter della trattativa e le proposte che sono emerse nel corso dell’incontro con la proprietà.

La vicenda Vismara sta avendo anche risonanza nazionale. Infatti nei giorni scorsi è intervenuto anche il segretario nazionale della categoria Flai Cgil: «Quello che sta succedendo alla Vismara di Casatenovo è l’esempio lampante di una imprenditoria italiana - ha sottolineato il sindacalista - che cerca scorciatoie per dire al mondo io esisto, senza considerare il valore dato da chi lavora, dal come lavora, dal prodotto e dalla sua qualità e sicurezza», dichiara Marco Bermani, segretario nazionale Flai Cgil, intervenendo in merito a quanto sta avvenendo in Vismara con l’affitto di un ramo d’azienda a una cooperativa, con il conseguente passaggio di alcuni dipendenti, tra gli attuali 250.

© riproduzione riservata