Venerdì 13 Giugno 2014

Caldo e acquedotto guasto

Oggionese, paesi alle strette

Mobilitazione in municipio a Rogeno, anche on line, per far fronte all’emergenza idrica
(Foto by foto Cardini)

C’è stato chi, davanti ai rubinetti gocciolanti, ha temuto veramente il peggio: canicola e crisi idrica, un’abbinata da brividi (e non di freddo purtroppo); invece, il disagio patito nelle ultime settimane dovrebbe essere risolto.

L’annuncio è stato dato l’altro giorno dal neo assessore Gianni Rossin, che ha provveduto a diffondere aggiornamenti in tempo reale alla popolazione attraverso Facebook su quella che si preannunciava come una mattinata di fuoco, ma fortunatamente l’ultima; al lavoro s’era messa, però, la società Idrolario, in quanto gli acquedotti sono ormai da tempo esclusi dalle dirette competenze dei Comuni.

L’altro giorno Rossin ha parlato di «emergenza acqua», riferendo del «guasto all’acquedotto, con sostituzione della pompa»; ultimo sforzo, sopportare «l’interruzione totale dell’erogazione per qualche ora, che si risolverà entro breve, poi tutto dovrebbe tornare nella norma».

Se lo augurano a Rogeno, ma anche nel confinante comune di Molteno e in quello vicino di Bulciago: infatti, sono tre i paesi dove, da qualche tempo, cresce la preoccupazione.

Tutti i dettagli nell’ampio servizio su “La Provincia di Lecco” in edicola venerdì 13 giugno.

© riproduzione riservata