Annone e Silea, c’è l’accordo sul biogas  Sui rifiuti vigilerà un comitato tecnico
In caso di «eccessive esalazioni maleodoranti» il sindaco potrà imporre lo stop ai trattamenti

Annone e Silea, c’è l’accordo sul biogas

Sui rifiuti vigilerà un comitato tecnico

Il quantitativo di scarti trattati aumenterà di diecimila tonnellate in tre anni

Sì all’accordo tra Comune di Annone e Silea per la trasformazione dell’impianto di compostaggio, così da produrre anche biogas.

Il consiglio comunale ha approvato all’unanimità i contenuti della convenzione che prevede più soldi favore del municipio ma anche più tonnellate di materiale trattato.

«Progressivamente, però - precisano dall’amministrazione cittadina - e col benestare del comitato tecnico scientifico». Questo organismo sarà costituito da tre esperti, indicati da maggioranza, minoranza e Silea; l’azienda pagherà il compenso di tutti.

Vigilerà sull’impianto nuovo, che per il primo anno di funzionamento sarà alimentato da un quantitativo di rifiuti umidi uguale a quello di oggi: cioè 28.000 tonnellate, aumentabili a 33.000 il secondo anno (col benestare del comitato) e fino a 38.000 dal terzo.

L’articolo completo sul giornale in edicola.


© RIPRODUZIONE RISERVATA