Ancora treni freddi e al buio

«Manca la manutenzione»

La Cisl punta il dito contro Trenord per i mancati interventi.

Ancora treni freddi e al buio «Manca la manutenzione»
Continuano i disagi sulla linea ferroviaria locale

Altre corse, altri guasti. Non c’è tregua per i convogli della linea ferroviaria che collega Milano alla Valtellina. Alle lamentele dei turisti che domenica hanno dovuto fare i conti con i vagoni freddi del Regio Express delle 10,16 in partenza da Colico, si aggiungono le segnalazioni dei viaggiatori che domenica sera e ieri mattina hanno dovuto viaggiare alle stesse condizioni di freddo e buio. E non per caso.

È Michele Fedele, referente del settore trasporti della Cisl di Sondrio, a raccontare l’accaduto e a puntare il dito contro Trenord e la mancanza di manutenzione. «Domenica il treno in partenza da Milano alle 18,20 aveva alcune carrozze inagibili a causa della mancanza di riscaldamento e di luce - dice -. Ieri mattina, il treno delle 6,12 in partenza da Tirano per Milano aveva lo stesso problema, con conseguente sovraffollamento dei viaggiatori nelle altre carrozze rimaste agibili». Secondo Fedele , dunque, le rassicurazioni fornite nei giorni scorsi dall’amministratore delegato di Trenord Cinzia Farisé al prefetto di Sondrio Giuseppe Mario Scalia che aveva segnalato i continui disagi per i pendolari, non trovano alcun riscontro nei fatti. Non per il momento.

«Dopo l’incontro tra Farisé e il prefetto - dice Fedele - ci saremmo aspettati, quantomeno nell’immediato, una maggiore attenzione da parte di Trenord per quanto riguarda gli interventi manutentivi sui nostri treni e invece così non è». E sono i fatti a dirlo. Il treno freddo e al buio di domenica sera è lo stesso ripartito ieri mattina da Tirano e con il medesimo problema presente e noto da molte ore: presumibilmente batterie scariche. «Eppure - ancora Fedele - nessun intervento è stato attivato. Inoltre, il treno in questione è partito dalla stazione centrale di Milano, che non è certo l’ultima delle stazioni lombarde, ma è quella principale e, pertanto, dotata di tutto l’apparato tecnico per poter operare un intervento di ordinaria amministrazione».

© RIPRODUZIONE RISERVATA