Alzate, smurata la cassaforte   e svaligiate due case

Alzate, smurata la cassaforte

e svaligiate due case

I ladri hanno usato il flessibile di giorno Hanno rubato un’auto e poi l’hanno abbandonata

Due appartamenti svaligiati, e un terzo quasi: i ladri, nell’ultimo caso, si sono fermati al balcone al primo piano.

Diversi gioielli e orologi rubati. Molti di questi presi da una cassaforte, smurata e tagliata con un flessibile, si pensa, a pile. Qualche migliaia di euro in contanti.

Per un totale, tra un colpo e l’altro, facilmente attorno agli 8mila euro circa. Persino un’auto rubata: una Ford Fiesta, ritrovata qualche ora dopo a Milano, grazie all’antifurto satellitare. Regolarmente parcheggiata, e in ordine, nella zona di via Padova.

I ladri hanno aspettato che non ci fosse nessuno in casa. E sono entrati in azione. A Mirovano, frazione di Alzate, in via Pascoli, tra i derubati c’è chi protesta. «Chiederò in Comune di mettere delle telecamere», dice Maria Luisa Pontiggia.

All’indomani del furto, tira aria pesante nella corte al civico 38. I vicini, la sera prima, non si sono accorti di nulla. I ladri, del resto, hanno colpito in un orario in cui non si bada troppo ai rumori. Dopo le 17. Quando la signora Pontiggia è uscita per acquisti in periodo di saldi.

«Bell’affare», riesce a dire, l’indomani. Oltre a lei, furto pure dalla vicina. Si potrebbe dire: una specie di veterana. Negli anni trascorsi al lavoro alla tabaccheria della frazione, ha subito la bellezza di quattro rapine a mano armata, più furti riusciti o anche soltanto tentati. Sarebbe comunque la prima volta a domicilio: «E con questo, siamo a nove», riesce a dire, sconsolata.


© RIPRODUZIONE RISERVATA