Allevi a Madesimo e a Piuro insorgono

Il musicista arriverà l’11 luglio, stesso giorno del concerto del Music Festival al Vertemate. Il presidente di PiuroCultura: «Avevamo ricevuto assicurazioni che non ci sarebbero state sovrapposizioni»

Allevi a Madesimo e a Piuro insorgono
Giovanni Allevi sarà in Valle Spluga l’11 giugno per ricevere il premio Madesimo

Workshop gratuito in piazza Bertacchi sabato 11 luglio alle 21 per Giovanni Allevi. Dopo la consegna del premio Madesimo in Vallespluga nel pomeriggio, il teatro dell’incontro con il popolare pianista e compositore, sarà la centrale piazza del comune turistico. Non come si era pensato in un primo momento l’omonima piazza di Chiavenna.

Piuro protesta

L’ufficializzazione sarà data oggi a Milano, ma il quadro è già chiaro. Non una vera e propria esibizione facente parte del suo tour promozionale, che recentemente l’ha portato in Giappone e Cina, per l’ultimo album “Love”, anche se la musica non mancherà di sicuro. Il nome di Allevi era già stato ufficializzato alcune settimane fa. Un colpo grosso, perché il nome è sicuramente di richiamo, per il Consorzio Turistico di Madesimo che organizza il Premio che prende il nome dalla località dell’alta Vallespluga e il Sony Music Festival. La diffusione della data, però, ha subito scatenato le polemiche. Non le manda a dire il direttore del Bregaglia e Valchiavenna Music Festival organizzato dall’associazione PiuroCultura Omar Iacomella: «Siamo in presenza di una grave mancanza di rispetto del lavoro altrui, che oltretutto viene svolto assolutamente senza ricompense o fini di lucro».

Già, perché proprio l’11 luglio PiuroCultura ha in programma a Palazzo Vertemate il primo dei suoi due incontri musicali previsti per quest’anno nella dimora tardo cinquecentesca di Cortinaccio di Piuro.

Il concerto in programma, sempre alle 21, vedrà sul palco l’Orchestra Fiati della Svizzera italiana diretto da Angelo Bolciaghi.

Grave mancanza

Iacomella ne ha per tutti: «Avevamo preso contatti con l’amministrazione comunale di Madesimo per evitare che le date di due appuntamenti così importanti si sovrapponessero, anche in considerazione del fatto che gli spettatori potenziali in gran parte possano essere gli stessi. Avevamo avuto ampie rassicurazioni sul fatto che c’era la possibilità di organizzare l’appuntamento con Allevi, non essendo spostabile il nostro già in calendario da mesi, al giorno precedente. Ora veniamo a sapere che così non è e ancora una volta, nonostante gli sforzi compiuti in questi anni per arrivare ad avere un calendario comune senza sovrapposizioni, avremo due eventi rilevanti in contemporanea». Respinge al mittente le accuse il direttore del Consorzio madesimino Francesco Comotti: «Il Sony Music Festival è organizzato dal Consorzio, non dall’amministrazione comunale. Se Iacomella vuole avere un’interlocuzione deve utilizzare i canali corretti e ufficiali. Né io né il presidente Della Torre né il direttore artistico del Sony Music Festival l’abbiamo mai sentito».

© RIPRODUZIONE RISERVATA