Al Cenacolo cineforum a rischio

Mancano i soldi per il digitale

La sala organizza due proiezioni al mercoledì molto seguite

Per acquistare la nuova tecnologia servono sessantamila euro

Al Cenacolo cineforum a rischio Mancano i soldi per il digitale
Il Cenacolo Francescano ospita il cineforum al mercoledì, che ora è a rischio

Il Cenacolo Francescano di Viale Turati rischia di dovere rinunciare alle proiezioni cinematografiche. Il proiettore, che utilizza una tecnologia ormai superata, deve essere sostituito e l’operazione ha un costo complessivo che si aggira sui 60 mila euro.

Oggi è sempre più difficile trovare pellicole di vecchia tipologia: ormai quasi tutti i titoli vengono distribuiti in digitale e le sale che intendono continuare la programmazione sono obbligate ad adeguarsi, altrimenti corrono il rischio di rimanere tagliate fuori. È proprio questo il caso del Cenacolo Francescano, che da anni organizza un programma di cineforum con due proiezioni settimanali, il mercoledì pomeriggio e il mercoledì sera.

Nessuna prima visione, ma nonostante ciò ogni proiezione serale fa registrare circa 250 presenze fra abbonati e biglietti singoli, numeri che ovviamente diminuiscono per la proiezione pomeridiana, pensata soprattutto per le persone anziane. Alcune difficoltà si sono registrate già durante la stagione appena conclusa, obbligando gli organizzatori del cineforum a cambiare in corsa alcune delle pellicole in programma. Un problema che con il passare del tempo si acuirà sempre di più e di cui i responsabili del Cenacolo Francescano sono ormai ben consci, tanto da aver già comunicato all’affezionato pubblico la situazione al termine delle ultime proiezioni.

Leggi i particolari sull’edizione de La Provincia di Lecco in edicola lunedì 9 maggio

© RIPRODUZIONE RISERVATA