La scuola è finita, o forse no

La parola ai ragazzi

Le lezioni quasi per tutti sono terminati, ma in agguato ci sono esami, compiti, recuperi e vacanze... studio e in Europa i calendari scolastici cambiano

La scuola è finita, o forse no La parola ai ragazzi
L’ultimo giorno di scuola, incontenibile gioia

La scuola è finita, ma le vacanze non sono sinonimo di relax per tutti. Alcuni di essi affrontano lo studio anche durante l’estate con gli esami di terza media e la maturità; ma c’è anche chi ha il debito in qualche materia e deve studiare per tutto il periodo estivo.

I ragazzi non possono permettersi di rilassarsi neanche nei mesi più caldi! Ma in tutti i Paesi è uguale o le vacanze e lo studio si differenziano? La ricerca - tratta dal bollettino informazione nazionale del sito http://www.indire.it/eurydice - ha svelato che Paesi come l’Ungheria e i Paesi Bassi si conquistano il primo posto nella classifica delle scuole più frequentate; in quegli Stati infatti si va alla scuola dell’obbligo per 13 anni e a quella secondaria superiore dai 2 ai 4 anni. Il secondo posto va alla Polonia e all’Inghilterra con una frequenza obbligatoria di 11 anni da settembre fino a luglio. Che dire, dobbiamo ritenerci fortunati? Sarebbe bello leggere il vostro parere: inviateci ciò che pensate all’indirizzo mail che trovate in alto a destra, lo vedrete pubblicato su La Provincia G, pagina de La Provincia.

© RIPRODUZIONE RISERVATA