Vita a 6 zampe

Una finestra su questo nostro strano mondo, tra storie a quattro zampe e appunti di vita a due gambe.

di Paola Sandionigi
Sabato 11 Gennaio 2014

Aidaa propone di dare il proprio cognome agli animali di casa

Fido Rossi, Micia Verdi. Registrare il proprio amico a quattro zampe con tanto di nome e cognome, è la proposta di Aidaa l'associazione italiana per la difesa degli animali e dell'ambiente.

Il pet è ormai un familiare a tutti gli effetti, e di conseguenza dovrebbe portare il cognome del suo umano da aggiungere tra i dati inseriti nel microchip.

C'è poi da stabilire in caso di coppia sposata quale cognome porterà, valutando un'eventuale causa di divorzio visto che spesso i coniugi si rivolgono al tribunale per avere l'affido di cane o gatto.

La finalità, spiega l'associazione, è quella di far riconoscere gli animali come esseri senzienti dalla legge.

La proposta è decisamente buona e sarebbe un passo avanti contro la piaga dell’abbandono, e un grande segno di civiltà.

di Paola Sandionigi

© riproduzione riservata