Il grill di Ferragosto? Va in bianco

Grill total white per sorprendere gli amici in una sera d’estate. Un révival delle cene in bianco molto di moda negli anni del minimalismo, declinato però in versione barbecue, più moderna e informale. Da organizzare in spiaggia al chiaro di luna con vista sulle onde, sulla terrazza oppure nel giardino di casa. Qualche idea veloce per rendere speciale anche una grigliata organizzata all’ultimo momento? Se c’è spazio si possono disporre dei tavolini da bistrò, vintage e sbiancati, da mischiare a pouf e sgabelli recuperati in qualche negozio di brocantage. Per le sedute ci si può sbizzarrire fra poltroncine di vimini, stuoie di bambù, plaid e grandi cuscini in tessuto grezzo.

L’illuminazione è fondamentale per creare la giusta atmosfera: abbondare in torce, lanterne e candele sparse a gruppi in contenitori di vetro. Sì ai classici piatti di porcellana anche diversi tra loro, magari eredità della nonna o di una vecchia zia. Le stoviglie lavabili sono eco come i vassoi usa e getta biodegradabili, ma decisamente meno chic. Dettaglio ricercato: le posate in legno avvolte in grandi tovaglioli di fiandra e i bicchieri in plexiglass bianco (ce ne sono di ogni tipo, dal tumbler per l’acqua al calice per il vino bianco o rosso). Sul mercato sono disponibili anche barbecue rivestiti in ceramica bianca, sia rotondi che tipo griglia rettangolare. Via libera alla fantasia nel menù, con prodotti stagionali e genuini, rigorosamente a Km 0. Il buffet deve essere fresco e light: un pinzimonio di finocchi, sedano e foglie di insalata belga, a seguire spiedini di carne e pesce con patate al cartoccio, e come dessert coppe di melone bianco, sorbetto al limone o gelato al fior di latte, budino alla vaniglia aromatizzato con polvere di cocco. Per ornare la scenografia meglio usare piante in vaso come fiori d’agrumi, ortensie bianche o gelsomini. Con pochi tocchi non sarà difficile ricreare l’atmosfera del “Gattopardo”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA