Camminare e lottare

Cammino nella mia città, piano e intensamente. Se entri nei bar e nei negozi, senti spesso parlare della non partita di ieri, Pro Patria-Milan.

Di cui sogno di non parlare più. Cammino in questa città spalancata sul mondo, che si guarda attorno stupita. Guarda dentro di sè, e chi si vergogna forse è perché crede di più a quanto grida lo schermo, di queste strade, di questi cuori?

Nel cielo ancora blu, una ferita improvvisa inferta dal passaggio di un aereo. Ma scompare in fretta e si continua a vivere e lottare.

© RIPRODUZIONE RISERVATA