azzurro e rosa

Che stress sentire risuonare ancora i luoghi comuni: arrivano i Mondiali, che faranno le donne? Mamma mia, sveglia a chi ci crede. Il calcio - dall'empireo ai campi di casa nostra, compensi agli antipodi e uguale passione dei tifosi - è donna. Non dubitiamo della veridicità del sondaggio francese: e poi se finisce tutto in bacio, invece che in rissa, tanto di cappello. Ma se due terzi delle francesi non sono interessate ai campionati, perché non ci raccontano anche quanti uomini sono lontani da questo sport?
Noi sappiamo solo che tra le storie più belle, anche del calcio della nostra provincia, ci sono quelle delle donne. Dalle first ladies alle tifose, un pubblico compatto grazie al quale oggi i bambini vanno ad applaudire il Varese o la Pro Patria. Nella sofferenza tigrotta a combattere fino all'ultimo sono state anche e soprattutto le donne. Come nel sogno biancorosso, fino alla fine, ovvero fino alle sei di questa domenica e oltre: la grinta si tinge di rosa.

© RIPRODUZIONE RISERVATA