Valsassina controcorrente  La popolazione è cresciuta
Una panoramica della Valsassina

Valsassina controcorrente

La popolazione è cresciuta

In trent’anni più 45,5%. Il dato Istat smentisce l’abbandono: ma i comuni montani non sono in via di svuotamento? Il boom di Ballabio: da 1949 abitanti dell’82 a 4.092

Ma chi l’ha mai detto che i piccoli paesi si stanno svuotando? La Valsassina è in controtendenza. Lo dice l’Istat che fa i conti demografici nei 18 comuni della valle e della Valvarrone. A sorpresa si scopre che in 33 anni si è passati dai 14.749 abitanti del 1982 agli attuali 21.471 con un aumento di 6.722 unità tra nascite e arrivi di nuovi abitanti. In percentuale la crescita corrisponde al 45,5%.
Un dato che ha quasi dell’incredibile perché da anni ormai ci si duole del fenomeno dell’abbandono della montagna e dello svuotamento dei piccoli comuni delle valli. Un fenomeno che sembra ormai inarrestabile.
Ad allinearsi con l’andamento generale di impoverimento dell’ambiente montano, scopriamo però un piccolo paese della Valvarrone. Si tratta di Pagnona che perde 97 abitanti rispetto alla popolazione di 35 anni fa .
Infatti nel 1982 a Pagnona risiedevano 483 abitanti mentre nel 2015 il numero è sceso a 386, una discesa lenta ma che sembra inarrestabile per questo piccolo nucleo che perde il 20% dei suoi abitanti.
All’altro capo della classifica il comune che ha avuto il boom più significativo di abitanti è stato Ballabio. Non che le nascite siano improvvisamente aumentate, anzi, ma la vicinanza al capoluogo di provincia ha giocato un ruolo determinante nel processo di espansione del paese che ormai si può quasi considerare un comodo quartiere residenziale a due passi da Lecco. Quasi un rione. A Ballabio infatti i si è passati dai 1949 abitanti di 33 anni fa agli attuali 4.092: un aumento vertiginoso che lo promuove comune più popoloso della valle. La crescita in percentuale è del 109,5% .
Uno sguardo anche a Morterone che da sempre è uno dei paesi più piccoli d’Italia nel ’82 all’anagrafe erano registrati 20 abitanti, poi piombati a dieci nel 1991. Oggi il piccolo centro che dista circa 16 chilometri da Ballabio ha 37 cittadini e rispetto al 1982. Il dato in positivo lo si quantifica nell 85% di aumento.
Ad aumentare e di molto, oltre a Ballabio la cui crescita è comprensibile, sono soprattutto i paesi dell’altopiano, quelli più turistici. A questo punto sorge un dubbio: la valle ha esercitato davvero un grande appeal in questi 30 anni, oppure la popolazione in crescita si spiega gran parte con la residenza dichiarata in quelle in che in realtà sono seconde case di lecchesi e milanesi?

© RIPRODUZIONE RISERVATA