Provincia: via libera alla centrale di Fraina
Una veduta di Premana

Provincia: via libera alla centrale di Fraina

Parte ora la procedura di esproprio dei terreni per ragione di pubblica utilità.La costruirà “Energia Futuro”

Con il procedimento unico per l’autorizzazione alla costruzione ed esercizio, il Settore ambiente ed ecologia della Provincia di Lecco ha dato il via libera alla centrale mini hydro sul torrente Fraina.
L’iter prevede quindi l’avvio della procedura di esproprio dei terreni interessati dall’impianto, facendo valere la dichiarazione di pubblica utilità. A costruire la centrale idroelettrica sarà la “Energia Futuro” di Sondrio che aveva fatto richiesta a fine giugno 2013.
Le aree impegnate saranno interessate dalla costruzione dell’impianto ad acqua fluente con derivazione delle acque dal torrente Fraina, a quota 1284,20 metri in comune di Premana mediante la realizzazione di una traversa di presa con le dissabbiatrice e di carico sulla sponda destra.
Le acque verranno convogliate all’edificio della centrale con una condotta forzata in acciaio del diametro 600 millimetri ed una lunghezza di 2.578 metri circa il cui tracciato è interamente previsto sulla sponda destra del torrente.
L’edificio adibito a centrale sarà realizzato a quota 939,95 metri sempre sulla sponda destra, in corrispondenza dell’innesto del torrente Premaniga nel Fraina e l’acqua turbinata sarà restituita a quota 932,25 metri.
La connessione del nuovo impianto alla rete elettrica avverrà sulla linea a media tensione esistente con la realizzazione di un nuovo tratto di linea ed una nuova cabina nei pressi dell’abitato di Premana, all’inizio della strada agro silvo pastorale per l’alpeggio di Fraina che sarà interessata anche dalla posa di parte della condotta forzata. I terreni interessati dalla procedura di esproprio sono dieci mappali di proprietà del comune di Premana e tre di privati che interessano però un totale di quattordici persone.

© RIPRODUZIONE RISERVATA