La fusione dei Comuni si vota con i tablet  «Rischio di astensione per gli anziani»
La Valvarrone vista dal Legnoncino

La fusione dei Comuni si vota con i tablet

«Rischio di astensione per gli anziani»

Valvarrone, il referendum del 22 ottobre sarà in concomitanza

con la consultazione della Regione Lombardia

Saranno consegnati a giorni, in valle, i tablet da utilizzare per il referendum sulla fusione dei Comuni di Vestreno, Introzzo e Tremenico nel nuovo Comune di Valvarrone.

Come è noto, si vota il 22 ottobre in concomitanza con il referendum consultivo sull’autonomia della Lombardia. E sarà la prima volta in assoluto con il sistema E-voting, il voto elettronico grazie alla piattaforma digitale di Diebold Nixdorf che registrerà le preferenze dei votanti e fornirà i risultati alla chiusura delle votazioni.

Anche per la Valvarrone, dunque, per un doppio voto per i residenti dei tre comuni interessati, con l’utilizzo del dispositivo “Voting machine”.

La nuova modalità di voto potrebbe creare qualche problema nella popolazione della valle visto che l’indice di anzianità ha dei picchi alti.

«Mi rendo conto – spiega il sindaco di Introzzo, Luca Buzzella – che qualche problema si potrebbe ingenerare nella popolazione anziana, poco avvezza all’uso del tablet e ciò potrebbe portare a far rinunciare al voto. Cercheremo di creare meno disagi possibile, spiegando il voto elettronico».

L’articolo completo sul giornale in edicola.

© RIPRODUZIONE RISERVATA