Centrale idroelettrica a Cremeno  In Consiglio produce alta tensione
La centrale idroelettrica ex Guzzi che ora verrà ripristinata da una società di Sanremo

Centrale idroelettrica a Cremeno

In Consiglio produce alta tensione

Approvata a maggioranza la convenzione con una società di Sanremo

Ma tra il sindaco Invernizzi e Terzaghi sono “scintille”

Tanto tuonò che piovve. Il consiglio comunale ha approvato la convenzione con “Sap Seam” di Sanremo che costruirà la centrale idroelettrica in località Capannine sfruttando le condotte , risalenti a novanta anni fa, della allora centrale “Guzzi” (ora una falegnameria).Secondo il testo dell’accordo il Comune guadagnerà un museo al piano superiore della nuova centrale, aree pic nic e la manutenzione della passeggiata. Più 35mila euro in denaro sonante.

In aula l’altra sera è successo il finimondo. A fare andare su tutte le furie il sindaco, Pier Luigi Invernizzi, le dichiarazioni dell’esponente dell’opposizione de “La Voce”, Paolo Terzaghi. Quest’ultimo ha di nuovo paventato possibili ammanchi idrici - a centrale realizzata -: «In particolare nella frazione di Maggio. Parlo sulla scorta di pareri di professionisti».

E qui è successo di tutto. Le frasi rese in dichiarazione di voto da Terzaghi le aveva anticipate e il sindaco le aveva smentite. E adesso che sono state ripetute, il sindaco è sbottato. «Questo è allarmismo, Terzaghi lancia un messaggio che non corrisponde al vero e se ne assumerà le responsabilità».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA