Splende “Lo sposalizio della Vergine”  Corteo nuziale a Oggiono per l’affresco
Il grande affresco restaurato viene scoperto e mostrato al pubblico

Splende “Lo sposalizio della Vergine”

Corteo nuziale a Oggiono per l’affresco

L’opera di Appiani, il pittore di Napoleone, torna dopo il restauro nella parrocchiale

Come ad ogni bel matrimonio che si rispetti, c’era tanta gente: ma non guardava la sposa; bensì, un quadro. È stata una cerimonia davvero originale, quella di domenica nel centro di Oggiono, che ha richiamato una gran folla, anche d’autorità, ed è culminata infine in chiesa parrocchiale, nell’inaugurazione del restauro di un affresco: “Lo sposalizio della Vergine”, eseguito nel 1790 da Andrea Appiani, il pittore personale di Napoleone.

Ed è stato letteralmente scoperto: da giorni era celato dietro un telo, mentre Annalisa Bonfanti ed Elisa Figus lo riportavano all’originario splendore; quando il panno è stato tolto, la platea ha prorotto in un coro di «che bello», come se effettivamente non l’avesse mai visto.

Ha sottolineato Giandomenico Corti, presidente dell’associazione che ha curato il restauro: «Accade spesso di andare chissà dove a cercare il bello, l’eccellenza, mentre sono anche vicino, quotidianamente sotto i nostri occhi e a portata di mano».

Leggete tutti i particolari sull’edizione di lunedì de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA