Oggiono, il Fierone scalda i motori Quasi 200 le bancarelle in centro
Il taglio del nastro dell’edizione dello scorso anno

Oggiono, il Fierone scalda i motori
Quasi 200 le bancarelle in centro

Dal 27 al 30 ottobre, il programma della manifestazione di quest’anno è più ricco che mai - Tra i protagonisti, i cibi della cultura rurale: la polenta farà da padrona, anche con laboratori

Il Fierone, mai così ricco: per partecipare alla manifestazione, che si svolgerà dal 27 al 30 ottobre prossimi, si sono candidate quasi 200 bancarelle, che affolleranno le vie del centro storico, gestite direttamente dal Comune.

Gli altri ingredienti del Fierone saranno, quest’anno, i cibi della cultura rurale: il prologo della fiera sarà il 20 ottobre, con “La cucina brianzola, tra tradizione e innovazione”, nella sala convegni di via Lazzaretto, per «una serata con l’acquolina in bocca: per conoscere di più e gustare meglio», promette l’associazione “Università del monte di Brianza”, che la patrocina. Interverranno Alberto Somaschini, presidente dell’“Associazione cuochi Brianza”, Paola Silva, presidente di “Lady chef” e i giovani cuochi M arco Colombo e Riccardo Giussani. L’ingresso sarà libero. Protagonista, sarà la polenta, in tutte le salse.

Durante il Fierone, oltre a questo piatto che costituirà il filo conduttore di molteplici iniziative – come i laboratori didattici sul mais, che saranno rivolti ai bambini, e le degustazioni – ci sarà un posto d’onore anche per le castagne, altro alimento umile e provvidenziale della tradizione contadina.

Tutti i particolari su “La Provincia di Lecco” in edicola domenica 15 ottobre

© RIPRODUZIONE RISERVATA