Le rapine alla farmacia di Bulciago  Sono stati due fratelli già in carcere
La farmacia Castellani di Bulciago, ripetutamente presa di mira ad inizio estate dai due rapinatori

Le rapine alla farmacia di Bulciago

Sono stati due fratelli già in carcere

I colpi messi a segno tra maggio e giugno, la coppia armata di pistole e con volto coperto. Determinanti le immagini della videosorveglianza

Sono due fratelli i rapinatori che, nei mesi scorsi, hanno scambiato la farmacia di Bulciago per un bancomat, mettendo a segno tre rapine in due mesi, l’una la fotocopia dell’altra: i carabinieri della Compagnia di Merate e della stazione di Costa Masnaga sono risali a loro al termine di un’articolata attività investigativa. Per Massimiliano Baldazzi Capra, 50enne, residente a Ghisalba in provincia di Bergamo, e il fratello 48enne Loris – che abita a Calco - sono scattate, così, le misure cautelari in carcere emesse dal Gip del Tribunale di Lecco.

A loro vengono attribuire le tre rapine ai danni della farmacia “Castellani” messe a segno a maggio e giugno, sulla base delle risultanze investigative, anche di natura tecnica, raccolte dai carabinieri nel corso dell’indagine, coordinata dalla Procura della Repubblica di Lecco. Determinanti le immagini della videosorveglianza.

Leggete tutti i particolari sull’edizione di domani, venerdì, de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA