L’appello: «Il mio Riccardo vive ancora  Fatemi abbracciare chi ha i suoi organi»
Il Papà di Riccardo mentre lancia il suo appello in diretta televisiva

L’appello: «Il mio Riccardo vive ancora

Fatemi abbracciare chi ha i suoi organi»

L’imprenditore Marco Galbiati di Sirone protagonista su Rai Uno a “La vita in diretta”. Il ragazzo di 15 anni era rimasto vittima di un malore mentre sciava sulle piste dell’Aprica

«Ditemi chi vive con gli organi di Riccardo»: il suo papà, il noto imprenditore Marco Galbiati, ha rilanciato l’appello dai microfoni di RaiUno, ospite a “La vita in diretta”. Il padre di Riki, deceduto lo scorso gennaio a 15 anni in seguito a un malore sulle piste da sci dell’Aprica, ha anzitutto ripercorso la tragedia: «Scendevamo; lui era dietro di me; quando non l’ho più visto, mi ha preso un improvviso caldo al cuore»; Galbiati ha proseguito riferendo le «iniziative intraprese per riutilizzare il dolore che, da allora, quotidianamente mi arriva addosso; cerco di riconvertirlo in forza positiva».

Rintracciare i malati che hanno ricevuto dal figlio reni, fegato e cornee - espiantati il 2 gennaio all’ospedale di Bergamo – lo «aiuterebbe molto: sarò io a ringraziare loro – ha affermato – perché portano in sé un pezzettino di Riccardo; voglio dire loro grazie e anche raccontare chi era Ricki».

Leggete tutti i particolari sull’edizione di domani, martedì, de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA