Ragazzino investito a santa Maria Hoè  Ancora grave, si indaga sull’accaduto
I vigili sul luogo dell’incidente

Ragazzino investito a santa Maria Hoè

Ancora grave, si indaga sull’accaduto

Resta sedato e in condizioni critiche La Tac ha fortunatamente escluso danni alla testa Forte trauma al torace, rinviato il tentativo di svegliarlo

Restano gravi le condizioni dello studente di seconda media investito giovedì all’ora di pranzo mentre tentava di attraversa la strada provinciale 58.

Il dramma ventiquattr’ore fa

A più di ventiquattrore dal drammatico incidente avvenuto all’altezza dell’intersezione tra via Como e viale Rimembranze, il ragazzino continua a versare in condizioni critiche e in prognosi riservata nel reparto di neuro-rianimazione dell’ospedale “Alessandro Manzoni” di Lecco.

I primi accertamenti effettuati con la Tac parrebbero avere escluso danni alla testa ma, almeno per ora, i medici preferiscono tenerlo sedato.

Giovedì sera hanno provato a svegliarlo ma, probabilmente a causa dei traumi subiti, il dodicenne si agitava e quindi si è preferito rimandare l’operazione.In seguito all’impatto con il parabrezza della Fiat Panda condotta da una quarantenne residente nel vicino Comune de La Valletta Brianza il ragazzino, che vive invece a Santa Maria Hoè nella zona di Tremonte, ha riportato, oltre al trauma cranico, anche un forte colpo al torace che, anche in considerazione della giovane età, consiglia ai medici di agire con estrema prudenza e cautela.

Leggi i particolari su La provincia di Lecco in edicola sabato 1 aprile

© RIPRODUZIONE RISERVATA