Montevecchia, i ladri non danno tregua  Nuovo colpo in via Bassa del Poggio
Il complesso di via Bassa del Poggio

Montevecchia, i ladri non danno tregua

Nuovo colpo in via Bassa del Poggio

Ancora assalti

di ladri e rapinatori

Altro colpo

nel medesimo complesso

Via Bassa del Poggio 9 ancora nel mirino dei ladri. Dopo l’assalto a colpi di mazza dell’altra sera, ai danni della villetta di Isabelle Savagnone, ignoti hanno messo a soqquadro la casa di Alfredo Fenoglio.

«Hanno colpito tra le 18 e le 19. Sono entrati dal retro, passando per il giardino. È la seconda volta in meno di un anno. Dopo avere scassinato le imposte, hanno frugato ovunque alla ricerca di qualcosa. Sono convinto che, quando sono rientrato in casa, sono scappati di corsa. Perché? Perché la casa, a differenza dell’altra volta, era ancora calda. E poi perché a terra ho trovato un sacchetto che, molto probabilmente, avrebbero voluto utilizzare per metterci la refurtiva».

Il colpo, denunciato ai carabinieri, non ha fruttato molto: «In tutto, oltre al danno che dovrà riparare il falegname, duemila euro, di cui 300 in contanti e il resto in monili».

Quel che mi disturba, al di là del danno patrimoniale, è sentirsi violati nella propria intimità. «Per cercare chissà che cosa, hanno buttato tutto all’aria. Quando sono rientrato, ho trovato la finestra aperta. Poi, l’anta del mobiletto bar. Quando sono salito, ho visto che l’intero contenuto di cassetti e armadi era a terra. Appena mi sono ripreso, ho buttato tutto in lavatrice».

I ladri hanno agito nonostante l’allarme. «Quando hanno forzato la finestra, l’allarme ha cominciato a suonare ma non se ne sono andati. Peccato che, a differenza dell’altra volta, i vicini non siano intervenuti. Hanno pensato avessi sbagliato a inserire la combinazione. Nessuno ha pensato che in casa mia c’erano i ladri, dopo quello che è accaduto l’altro giorno, e che sarebbe stato meglio chiamare subito i carabinieri».n
F. Alf.

© RIPRODUZIONE RISERVATA