Montevecchia, Comune e comitato uniti  «Tecnologia e mobilitazione antiladri»
Posti di blocco e controlli nel Meratese per prevenire gli episodi di criminalità

Montevecchia, Comune e comitato uniti

«Tecnologia e mobilitazione antiladri»

Dopo i ripetuti colpi messi a segno nelle case si organizza la difesa

Una rete di cittadini e impianti di sorveglianza. Assemblee sulla sicurezza

Una rete di cittadini e apparecchiature elettroniche per contrastare gli assalti dei ladri a Montevecchia.Nel corso dell’ultimo mese di dicembre, infatti, il Comune di Montevecchia è stato letteralmente preso d’assalto dai topi d’appartamento, che hanno colpito in numerose zone, a volte dimostrando una sfrontatezza davvero senza limiti.

Per questo motivo, pochi giorni fa, il sindaco Franco Carminati ha incontrato il Comitato di vicinato ma ha pure fatto in modo che la sua giunta approvasse un corposo progetto per estendere in maniera capillare il sistema di videosorveglianza.

«Insieme al comitato - ha spiegato il primo cittadino - abbiamo preso alcuni impegni». Per esempio, è stata annunciata l’installazione di nuove telecamere ma anche l’organizzazione di pattugliamenti della polizia locale sul territorio, in modo da garantire una maggiore presenza di forze dell’ordine. «A breve, inoltre, saranno organizzate assemblee pubbliche sulla sicurezza, per coinvolgere i cittadini e renderli parte attiva. In territori come il nostro, il vicino che dà un occhio serve a ridare un senso di sicurezza oggi messo in discussione dalle incursioni».

L’altro fronte su cui si agirà sarà quello di potenziare il sistema di video sorveglianza. «Quello progettato dalla precedente amministrazione sarà completato entro marzo. Poi, più avanti, procederemo con il nuovo progetto, del costo di 50 mila euro».

Leggete tutti i particolari sull’edizione odierna de La Provincia di Lecco

© RIPRODUZIONE RISERVATA